la vita al tempo del coronavirus/2

*** IL TEMPO ***

Siamo sempre di corsa, sempre di fretta, con mille cose da fare, mille impegni a cui far fronte, tanti incontri, scadenze, appuntamenti. Viviamo tutti, chi più chi meno, in una perenne apnea di tempo, in una corsa continua che toglie fiato, energia e lucidità. Ed ecco che improvvisamente, come un miracolo, ci troviamo con in mano un sacco di tempo libero. Certo, liberato per forza e non per nostra decisione, ma comunque libero, disponibile per fare le cose che da sempre avremmo voluto fare e da dedicare finalmente un po’ a noi stessi. Sembra come se il genio della lampada avesse soddisfatto, a nostra insaputa, uno dei nostri più inconfessabili desideri: quello di avere un po’ di tempo per noi.

Eppure, non so se è capitato anche a voi, tutto questo tempo vuoto da gestire, dà un po’ di vertigini, un senso di stranezza e di spaesamento: e adesso cosa faccio? Come riempio la mia giornata, una volta che tutti gli impegni sono stati messi forzatamente in pausa per qualche giorno?

Ti ritrovi così a osservare il tempo che scorre lento, tranquillo, così come non faceva da molto tempo; tempo da lasciar passare senza ansie né pressioni, un po’ così come viene. Ti accorgi così che non siamo più abituati a sentire questo fluire pacato delle ore e dei minuti: le cose da fare hanno sempre come soffocato e anestetizzato questa percezione, a tal punto che essa appare oggi come qualcosa di strano e di inusuale. Prima il tempo era fatto di cose da fare, ora è fatto da minuti che passano; prima era una riscorsa alle scadenze, ora è una passeggiata pacata e a passo lento.

Il punto è che questo “stagnare” del tempo ci da “tempo” per farci domande che non avevamo mai avuto “tempo” per farci. Ci dà l’occasione per guardaci dentro ed attorno, per osservare le persone, le cose e la nostra stessa esistenza con sguardo nuovo.

Forse questo tempo libero può diventare un tempo liberato dalle mie preoccupazioni che ci offuscano la vista e una occasione propizia per imparare a guardare le cose così come sono.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...