fessure su un altrove

Certi abbracci restano come traccia indelebile sulla pelle, come un ricordo impresso nella carne, come un tatuaggio fatto sul corpo.

Certi abbracci arrivano direttamente al cuore, oltrepassano la superficie e giungono a scaldare l’anima.

Certi abbracci sono come la liturgia dell’incontro, la celebrazione dell’affetto, un inno alla gioia di ritrovarsi e di non essersi mai persi.

Certi abbracci sanciscono il riconoscimento di un affetto, disvelano la profondità di un amicizia o di un amore, testimoniano la meraviglia della Vita, quando Essa mostra il suo volto accogliente e benevolo.

Certi abbracci strappano dalla solitudine, fugano i dubbi, cancellano le remore e regalano, per pochi istanti, l’estasi dell’intesa, della simpatia e, talvolta, della comunione. Intuisci la loro intensità quando percepisci sulla pelle il ricordo della loro presenza e la memoria del loro contatto. Anche dopo ore, giorni e settimane. La nostra carne possiede la capacità di trattenere la memoria di questi gesti, di conservare il ricordo di questi contatti e di rilasciare il loro effetto benefico un poco alla volta, come un potente farmaco a lento rilascio.

Certi abbracci durano il tempo di pochi secondi, ma sono capaci di bucare il tempo, di sfondare i limiti dello spazio e della durata. Certi abbracci sono come piccoli squarci al tessuto del reale, capaci di lasciar intravedere un Oltre di Pienezza.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...