sotto l’albero

Ieri sera stavo distrattamente vedendo un film in tv quando ho colto di sfuggita una frase del dialogo tra due amici, che ha catturato la mia attenzione: “senza di te mi sentirei perso”. La frase mi si è stampata in testa come un chiodo ficcato nel muro, tant’è che credo di aver perso le successive battute del dialogo, tanto il mio pensiero era stato sequestrato da quella confidenza. Cavolo, che belle parole da sentirsi dire…

Pensavo che in fondo non sta tutta qui l’amicizia, quella con la A maiuscola, tra due persone? Quel legame che ti fa sentire perso senza la presenza (simbolica) dell’altro.

Abbiamo tanti amici, incontriamo molte persone ma non sono molte quelle a cui ci sentiremmo di rivolgere questa affermazione. Di tutti gli altri godiamo della compagnia, con loro condividiamo il nostro tempo scambiando una parte di noi stessi, ma non sentiamo un senso di vuoto quando non le sentiamo, non proviamo disorientamento quando mancano dalla nostra vita, quando sono giorni che non abbiamo loro notizie.

È con queste persone che viviamo l’amicizia in tutte le sue altezze e profondità; con loro sperimentiamo quasi un bisogno fisico, carnale, il desiderio di un contratto, di un abbraccio e di un tocco. A loro possiamo dire: la mia vita senza di te non sarebbe la stessa, appartieni alla mia esistenza, come io alla tua.

A quanti amici possiamo confidare “senza di te mi sentirei perso”? Pensiamoci… non sarebbe una bella idea metter sotto il loro albero di Natale il prezioso dono di una nostra confidenza?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...