attimi di pace

Ci sono luoghi che, per la grazia di un istante, ti regalano un senso di pace e di riconciliazione. Sono piccole e temporanee sospensioni al susseguirsi caotico delle cose, come delle oasi che incontri miracolosamente mentre attraversi il deserto della vita.

Mi è accaduto giusto ieri. Dopo una passeggiata in solitaria nella campagna lodigiana, mi sono ritrovato seduto su quella solita panchina sotto i grandi alberi, vicino al tratto di canale che, in quel punto, scivola sopra un piccolo gradino. È un balzo modesto, ma sufficiente per creare un sonoro effetto cascata, che tutti ben conosciamo. L’ora tarda aveva, involontariamente, spopolato la campagna dai tanti camminatori che vi passeggiano, sicché il silenzio era pressoché totale. Solo lo scroscio dell’acqua che scendeva il dislivello riempiva l’aria di un fragore allo stesso tempo ripetitivo e suggestivamente armonico.

Terminato il tuffo di pochi centimetri, l’acqua genera movimenti e danze nella parte successiva del canale. Vi è un procedere caotico, ma che cogli essere regolato da precise armonie naturali, che, tuttavia, la tua mente non riesce a decifrare. Grandi e piccoli gorghi si creano e scompaiono immediatamente, in una danza che diviene ipnotica all’occhio dell’osservatore.

Il sole basso colora di riflessi di luce questo spettacolo di acque, striando di riverberi lucenti la superficie del fiume. La luce intensa di un giorno ormai prossimo al tramonto attraversa le fronde degli alberi e colpisce gli oggetti del mondo regalando loro una singolare lucentezza.

Poco più in là nel verde, scorgi i piccoli animali della campagna che, nascosti dal silenzio e dalla solitudine riconquistata, escono timidamente dai loro nascondigli per cercare cibo e vita. Intravedi vicino ai cespugli piccoli leprotti che osservano guardinghi tutto attorno ed alcuni anatre selvatiche che dalla riva si tuffano in acqua a caccia di cibo.

È strana la sensazione: riconosci tutt’attorno una serenità provvisoria ma intensa, precaria ma vivida. Dopo le preoccupazioni e le ansie della giornata godi un’inattesa pace, capace di placare i pensieri, di rallentare il respiro e di riconciliare quanto accade fuori con quello che brulica dentro l’anima.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...