cecchino

Quando vuole la vita sa essere davvero graffiante, capace di colpire dove sei più sensibile e dove meno te lo aspetti. Pare come prendere la mira ed accanirsi verso quelle cose che senti preziose ed irrinunciabili. Come un bravo cecchino, inquadra con il mirino il suo bersaglio e spara senza remore o scrupoli.

Una volta partito il colpo non hai più nessuna via di fuga o di salvezza: cadi tramortito sotto la sua pressione, stordito e ferito per quanto accaduto, quasi incredulo che possa davvero essere capitato a te. È proprio in quell’istante che ti assale un senso di panico che ti pietrifica e sopisce ogni tentativo di reazione: “E adesso cosa faccio? Come ne esco? Ci sarà una soluzione a tutto questo?”.

Alzi lo sguardo, ma vedi l’orizzonte davanti a te stringersi attorno al collo. Sei sequestrato da un senso di claustrofobia che elimina ogni possibile via di fuga ed uscita di sicurezza.

È doloroso quel sentimento di impotenza che patisci, quella assenza di futuro che incombe sui tuoi giorni, quel dubbio che ti assale impedendoti di muovere un passo dopo l’altro.

Vivi come prigioniero delle tue paure, sequestrato dai tuoi pensieri, aggrappato ad un oggi che fatica ad aprirsi al domani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...