amare è scoprirsi fragili

Forse la misura dell’amore che proviamo per qualcuno è il grado di “esposizione” che sperimentiamo verso di lui, quanto ci sentiamo vulnerabili e fragili, attaccabili ed indifesi.

Eleviamo spesso barriere verso le persone che ci circondano, come un istintivo gesto di difesa: siamo sospettosi e diffidenti, un po’ in difesa per quello che gli altri potrebbero dire o fare. Non permettiamo frequentemente di invadere il nostro spazio vitale, quello che riteniamo essenziale per il senso del nostro valore e per la nostra autostima. Siamo davvero bravi a tenere a “distanza di sicurezza” le persone, affinché evitino di ferirci o di mettere in discussione chi siamo.

Con le persone a cui vogliamo bene le cose cambiano radicalmente: se con gli altri non ci affossa manco un cannonata presa in petto, con i nostri amici è sufficiente un battito di ciglia fuori posto per crearci qualche ansi, una parola non detta per metterci in allarme, una telefonata non fatta per attivare strani pensieri. A loro concediamo un potere che non cederemmo a nessuno, una vulnerabilità che è a metà tra il cinico ed il sadico.

Forse perché a chi amiamo mostriamo sempre le nostre ferite, riveliamo le nostre debolezze, confessiamo le nostre fragilità. E questa “epifania” di noi stessi non è mai qualcosa pacifico o spontaneo; è frutto di una fiducia maturata nel tempo e di una confidenza del cuore costruita con fatica e pazienza. Rivelare noi stessi a coloro a cui vogliamo bene ci rende indifesi nei loro confronti ed incrina quel guscio di invulnerabilità dietro cui ci nascondiamo.

Ho capito una cosa: possiamo reggere a questa “esposizione” minacciosa solo nutrendo una fiducia radicale, capace di silenziare dubbi o incertezze. Serve una fiducia che sappia vincere quel tarlo del sospetto che ci portiamo tutti dentro. Intendiamoci: non è nulla di facile. Significa vivere una consegna di se stessi che richiede molto coraggio, molto tempo e molta volontà.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...